flat nuke

Il ministro Giannini a Linea Notte e...vignette! + le notizie della spending review

Ultimissime.pngAl minuto 18, 39 e dal 42

"la scuola deve dare quel che corrisponde al mercato"


http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html#v=425933&vd=2014-10-09&vc=3




Dalla Tecnica della scuola..

 

Confermato: ancora tagli all'Istruzione

 Venerdì, 10 Ottobre 2014

Dati alla mano, il Miur sarà protagonista tanto della voce "avere", grazie al miliardo destinato alla stabilizzazione di 148.100 docenti precari, quanto alla voce "dare" 

Se calcolato sul saldo netto da finanziare il contributo di viale Trastevere dovrebbe valere un sesto dei tagli complessivi (1,1 miliardi sui 6 attesi nel 2015). Che salirebbe a un quarto se calcolato sull'indebitamento (800 milioni sui 3 miliardi di risparmi attesi dalla manovra).

Risorse che, spiega Il Sole 24 Ore,  arriveranno in parti quasi uguali dal comparto scuola, da un lato, e dal binomio università/ricerca, dall'altro.

Il risparmio più consistente arriverebbe dalla modifica degli esami di stato e dalla soppressione dei membri esterni (eccezion fatta per il presidente) nelle commissioni per la maturità: 144 milioni che scenderebbero a 99 se rapportati all'indebitamento.

Altri 130 milioni giungerebbero invece dalla riduzione del fondo di funzionamento delle scuole assicurata dalla razionalizzazione delle spese di pulizia. Sempre in tema di scuola paiono degne di nota altre tre decurtazioni: gli 80 milioni (43 ai fini dell'indebitamento) dovuti allo stop agli scatti di anzianità, che salirebbero a 189 alla fine del prossimo triennio; i 55 milioni (30 ai fini del rapporto deficit/Pil) attesi dall'eliminazione delle supplenze di un giorno; i 50 milioni sottratti ai progetti nazionali di istruzione.

Passando all'università, il primo intervento che balza agli occhi è una mini-sforbiciata alla quota rimodulabile del Fondo di finanziamento ordinario (Ffo), che dovrebbe valere 32 milioni ed essere collegata all'incremento di efficienza nell'acquisto di beni e servizi da parte degli atenei.

Per il resto, spiega sempre Il Sole 24 Ore, l'aiuto del comparto universitario dovrebbe giungere attraverso la cancellazione di una serie di micro-voci: altri 2 milioni dell'Ffo destinati ai piani triennali; 5 milioni per la sede di ingegneria di Genova (Erzelli); 3 milioni della scuola d'ateneo Jean Monnet; 500mila euro della mai decollata fondazione per il merito.

Lungo e variegato è anche l'elenco di misure per la ricerca. Accanto ai 140 milioni di giacenze del "vecchio" fondo Fsra, che dovrebbero passare a Intesa Sanpaolo e finire fuori dal comparto della Pa, comparirebbero i 50 milioni di recupero di efficienza sui consumi intermedi finanziati con il fondo ordinario degli enti (Foe). Ma i "contenitori" coinvolti sarebbero anche altri. Il Far (90 milioni di giacenze) e il Fisr (45 milioni) su tutti.


Scatti in arrivo ma solo per le forze dell’ordine: con la Legge di Stabilità prenderanno 900 milioni

 Lunedì, 13 Ottobre 2014

Da indiscrezioni trapela che il finanziamento verrà riservato ai dipendenti in divisa. Se le cose stanno così, per i lavoratori della scuola si aggiunge la beffa al danno: per recuperare quelli del 2013 sono partiti già i ricorsi e in futuro il Governo vorrebbe escludere dagli aumenti un docente ogni tre. Ma i lavoratori statali non sono tutti uguali?

Se le indiscrezioni sulla nuova composizione della legge di bilancio per il 2015 dovessero essere corrette, le polemiche non mancheranno. Soprattutto nell’ambiente scolastico. Al miliardo destinato alla stabilizzazione di 148.100 docenti precari e a quello per la “Buona Scuola”, fa da contraltare la sottrazione al comparto dell’Istruzione di ben 800 milioni (sui 3 miliardi di risparmi attesi dalla manovra). Ma la notizia delle ultime ore è quella dell’intenzione del Governo di sbloccare gli scatti per le forze dell'ordine: via libera, infatti, a 900 milioni di euro.

Nella lista della voce spese c’è pure il rinnovo dell'ecobonus e del bonus ristrutturazioni (un altro miliardo). E ci sono anche i 3 miliardi che servono a 'sterilizzare' il taglio lineare delle detrazioni fiscali, eredità del governo Letta, e 5-6 miliardi per le spese indifferibili.

Nella testa del personale scolastico, è inevitabile, rimane però stampato lo stanziamento a favore delle forze dell’ordine. Perché ancora una volta importanti fondi, anche in un momento di estrema difficoltà economica nazionale, vengono dirottati a favore del comparto della difesa. Eppure in estate lo stesso premier Renzi aveva detto, senza mezzi termini, che avrebbe visto di buon occhio qualche cacciabombardiere F35 in meno per vedere quei soldi convogliati su Scuola e Ricerca (provvedimento però poirespinto a Montecitorio).

Stavolta, sempre se le anticipazioni dovessero essere confermate (per saperlo dovremo aspettare solo pochi giorni, vista l’esigenza di Renzi di presentare entro breve la manovra all’Ue), il presidente del Consiglio ed il suo entourage dovranno dare più di qualche spiegazione. Nella scuola gli scatti di anzianità sono bloccati da ormai quattro anni. E per recuperarli, peraltro con estrema fatica e ritardo, sono stati prelevati ingenti somme dallo stesso comparto, con il Mof ormai più che dimezzato. Per recuperare quelli del 2013, inoltre, proprio in queste ore la Gilda ha deciso di avviare un ricorso collettivo. E la prospettiva, anche contenuta nelle linee guida della ‘Buona Scuola’, è quella di farvi accedere solo il 66% del personale (quello più meritevole in ogni istituto con un aumento mensile di 60 euro) ogni tre anni.

Sapere che la “regola” vale per tutti potrebbe servire a digerire meglio la decisione. Se invece, come sembra, per un altro Ministero i soldi per gli scatti in busta paga vengono assegnati, il discorso cambia. E nemmeno poco.

Intervista a Francesco Luccisano, capo di gabinetto del Ministero dell'Istruzione

http://www.tecnicadellascuola.it/item/6721-intervista-a-francesco-luccisano,-tra-i-redattori-della-buonascuola.html

http://www.retescuole.net/rassegna-stampa/intervista-a-francesco-luccisano-commento-di-antonio-pirrone

 




Pubblicato Lunedi 13 Ottobre 2014 - 22:58 (letto 5368 volte)
Comment Commenti? Print Stampa



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read Petizione sul calendario scolastico Regionale- Emilia Romagna (22/10/2017 - 17:53) letto 1873 volte
Read Lettera della Commissione Audit sul debito del Comune di Parma (26/05/2017 - 02:50) letto 2209 volte
Read Un paio di riflessioni...da lontano (11/04/2017 - 02:42) letto 2384 volte
Read Un saluto.... (29/01/2017 - 10:54) letto 2216 volte
Read Buon Natale "Zen" (24/12/2016 - 17:03) letto 2568 volte
Read Perchè non ho più voglia di ascoltare le sue ragioni...sen. Pagliari (24/10/2016 - 20:46) letto 2253 volte
Read La scuola dice NO- appello da firmare (19/10/2016 - 19:57) letto 3396 volte
Read Sen. Pagliari, vuole venire anche nelle nostre scuole all'inaugurazione del primo giorno di scuola? (13/09/2016 - 17:36) letto 2369 volte
Read Consegnate 515.000 firme per quesito- Referendum Scuola (09/07/2016 - 12:52) letto 2271 volte
Read Il difficile trasloco della Scuola Corazza e le scelte...opinabili! (09/07/2016 - 12:39) letto 2584 volte
Read 27 maggio-iniziativa con Paolo Maddalena e altre iniziative comitati referendari Parma + news (21/05/2016 - 17:08) letto 3022 volte
Read 4-5 maggio- anche alla Scuola Corazza si protesta contro INVALSI e L.107 (06/05/2016 - 03:58) letto 2685 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
Ultimissime.png
 
Calendario
Data: 22/04/2024
Ora: 11:36
« Aprile 2024 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30
 
Login





Choose your language:
deutsch english español français italiano português
 
Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 2 ospiti
 
Sondaggio
Nessun sondaggio attivo in questo momento:
vecchi sondaggi
 
Scegli il tema
flatcry_ori flatcryscuola headlinesblue 
Per informazioni clicca qui: E-Mail
Freely inspired to Mollio template