flat nuke

Bocciare è dannoso?

news.png

IL CASO

I consigli dell'Ocse ai prof
"Non bocciate, è dannoso"

L'Organizzazione contesta il vecchio sistema di far ripetere l'anno scolastico: rafforza le diseguaglianze e pesa sui bilanci. L'Austria vuole abolirlo, la Francia discute la riforma. L'Italia ventiduesima nella classifica dei Paesi più severi


www.repubblica.it/scuola/2011/07/26/news/ocse_prof-19618397/
dal nostro inviato ANAIS GINORIPARIGI - Tutti promossi. Non è il nuovo slogan degli studenti fannulloni ma il suggerimento, molto serio, dell'ultimo rapporto Ocse sull'organizzazione dei principali sistemi educativi nel mondo. Lo studio conferma quello che molti esperti vanno dicendo ormai da anni. Ripetere un anno di scuola non sempre serve a recuperare il ritardo sul programma. Anzi, spesso è un modo di penalizzare ancora di più l'alunno in difficoltà. Numeri alla mano, l'organizzazione internazionale dimostra che laddove esistono molti "ripetenti" peggiorano i risultati complessivi delle classi e, in finale, anche la percentuale degli alunni che riescono a diplomarsi. Se anziché bocciare si organizzano corsi di recupero personalizzati o altre misure di sostegno (succede per esempio in Finlandia o in Gran Bretagna), allora l'efficienza nello studio migliora e il ritardo didattico può scomparire.

Come il voto e le pagelle, la bocciatura fa parte di una scuola "all'antica" oggi rimessa in discussione. In Europa, alcuni paesi si stanno già distaccando dal vecchio modello. L'Austria ha annunciato che abolirà le bocciature dall'anno prossimo mentre in Francia, con record di "ripetenti" sul continente, si discute una possibile riforma. E pazienza per chi sostiene, come il ministro Gelmini, che ci sia il rischio di essere troppo "buonisti". "Sono contraria ad una scuola modello '68 che non distingue chi si impegna e merita dai lavativi, che promuove tutti senza differenze".

"Neipaesi in cui un maggior numero di studenti ripete gli anni scolastici - osserva l'Ocse - la performance globale tende ad essere inferiore, e il background sociale ha un impatto maggiore sui risultati di apprendimento". Ovvero: la bocciatura rafforza le disuguaglianze, emargina ancora di più quei bambini o ragazzi con problemi scolastici. I ragazzi che devono ripetere l'anno non vengono quasi mai seguiti individualmente, perdono fiducia in se stessi e si allontanano dallo studio. Eppure, nonostante le tante critiche, continua a essere una tendenza diffusa. Secondo la classifica Pisa - che valuta i sistemi educativi nell'area Ocse - più di uno studente su dieci (il 13%) è stato bocciato almeno una volta nel suo percorso di studio. Il 7% alle elementari, il 6% alle scuole medie e il 2% al liceo. L'Italia si colloca appena al di sopra della media Ocse, con una percentuale di allievi bocciati del 18%. I ricercatori danno inoltre un giudizio negativo su un'altra pratica comunemente utilizzata per trattare gli studenti che vanno male a scuola, o hanno un comportamento inadeguato: il trasferimento in altre strutture scolastiche. Un metodo che, scrivono, "tende ad essere associato con una segregazione nel sistema scolastico, in cui gli studenti che provengono da contesti avvantaggiati finiscono in scuole con risultati migliori mentre quelli di origini svantaggiate finiscono in scuole peggiori".

L'Ocse raccomanda anche maggiore elasticità da parte dei dirigenti scolastici sulla valutazione di fine anno, in base a criteri meno rigidi. Laddove i presidi hanno infatti più autonomia nel decidere la promozione, spesso vengono agevolati percorsi di accompagnamento che incentivano gli alunni più in difficoltà. Ultimo argomento: bocciare costa. Oltre a non garantire il progresso educativo, far ripetere un anno scolastico pesa sui bilanci dell'Istruzione pubblica, proprio in un momento di crisi economica e tagli alle scuole. Ogni bocciatura, hanno calcolato gli esperti dell'Ocse, costa in media tra i 10 e i 15 mila dollari annuali. In paesi come la Spagna, il Belgio o l'Olanda, i "ripetenti" incidono sul 10% del budget complessivo per l'educazione. Un altro effetto di lungo termine, registrato dall'Ocse, è il ritardato ingresso dello studente nel mondo del lavoro e la diminuzione di manodopera qualificata. Se le bocciature si ripetono nel ciclo scolastico, gli alunni tendono ad abbandonare lo studio, già prima del diploma. Un fallimento. Non solo per loro.

www.corriere.it/cronache/11_agosto_02/benvenuti-al-sud-con-cento-e-lode-roger-abravanel_fbb6f542-bcc6-11e0-b530-d2ad6f731cf9.shtml



Pubblicato Venerdi 05 Agosto 2011 - 19:44 (letto 3216 volte)
Comment Commenti (3) Print Stampa

avatarDa: sconosciuto Data: Sabato 06 Agosto 2011 - 09:09

freelance writer

avatarDa: Mackenzie Data: Lunedi 21 Novembre 2011 - 04:52

these styles are typically mild, even though black, they draw the line off Gothic darkish. standesamt brautkleider Although in solitary colour, they're in wealthy of ornamental strategies. Every single is distinctive and there is going to be no dull duplication. Essentially the most poignant: Christian Lacroix In late Might 2009, Christian Lacroix questioned for personal bankruptcy safety towards the court. Style folks all had laments d¨¹sseldorf abendkleider . Below the effect from the economic crisis, ballkleider yet another imaginative brand name fell. We don't know regardless of whether the autumn and winter season collection getting printed could be outlined. Nonetheless, ChristianLacroix nonetheless appeared in Paris Style higher set Week. It really is stated that technicians creating apparel and product only

avatarDa: Mackenzie Data: Lunedi 05 Dicembre 2011 - 11:51

has created a large number of content articles on a variety of niches. He likes to share his expertise with each other together with his viewers.He also likes to create about cosplay wigs. He desires to present visitors using the greatest details on different matters red heels . Vicky is definitely a style fanatic, who demonstrates wonderful curiosity in quick style especially. tall boots She also likes to share her expertise about unique situation attire together with you. Purchasing on-line for prom gown is quite helpful and simple when accomplished on the web. shoe designer Even when you nonetheless have a good deal of faith in buying in the neighborhood buying shops and boutiques and prefer to be all standard but all of us realize that each one of these stores have similarities within



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read Fedeli...ai paradossi (05/03/2017 - 14:09) letto 2676 volte
Read Quelli che….il giorno dopo…. (08/12/2016 - 13:11) letto 2666 volte
Read La politica che ha il dovere di decidere (anche per noi) (04/12/2016 - 14:11) letto 2557 volte
Read Quando le parole mancano.... (11/10/2016 - 13:14) letto 2214 volte
Read Da che parte sta la Cisl? (09/09/2016 - 15:43) letto 2758 volte
Read Ubriacature e scelte....su cui ripensare (15/08/2016 - 21:51) letto 2729 volte
Read Un Dirigente scolastico sul Bonus Merito- forse emerge qualche problema? (30/07/2016 - 17:05) letto 3018 volte
Read Risposta alla lettera-opinione del Dirigente Eramo su "L'esame di terza media va cambiato" (25/07/2016 - 15:42) letto 2472 volte
Read Conferenza stampa Campagna referendum Sociali-Parma (15/07/2016 - 18:56) letto 2436 volte
Read Organici 16-17: Il gioco delle tre carte (25/05/2016 - 08:30) letto 2871 volte
Read Lettera alla Gazzetta di Parma su organico funzionale- mai pubblicata (24/12/2015 - 07:02) letto 3220 volte
Read Corteo 17 novembre (25/11/2015 - 10:12) letto 2691 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
news.png
 
Calendario
Data: 13/07/2024
Ora: 10:52
« Luglio 2024 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
 
Login





Choose your language:
deutsch english español français italiano português
 
Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 1 ospiti
 
Sondaggio
Nessun sondaggio attivo in questo momento:
vecchi sondaggi
 
Scegli il tema
flatcry_ori flatcryscuola headlinesblue 
Per informazioni clicca qui: E-Mail
Freely inspired to Mollio template