flat nuke

Sostegno: con l'USR Lombardia non si pu˛ parlare

Ultimissime.png sostegnonotagli@yahoo.it
Inviato: Sabato 29 Ottobre 2011 15:32
Oggetto: Incontro con il direttore del 2 novembre

Gentile dottor Volonté,
Chiediamo di parlare di diritti, ci proponete di parlare di singole situazioni. Ci ripetete più volte che la possibilità stessa di un incontro è vincolata alla preventiva segnalazione, e documentazione scritta, di specifiche esigenze. Altrimenti la vostra porta resterà chiusa. Non ci pare elegante e forse è sintomatico di una visione abbastanza eccentrica del rapporto tra istituzioni e cittadini.
Per il rispetto che dobbiamo al Vostro Ufficio pensavamo che Vostro compito fosse affrontare in modo serio ed efficace l’organizzazione del sistema scolastico lombardo nel suo complesso, seguendo regole ben precise e ponendo attenzione agli effettivi bisogni e non già all’ordine con il quale file di genitori e docenti si presentano alla vostra porta. In tal senso illustrare “preventivamente singole situazioni in dettaglio”, come voi ci chiedete, è opera superflua; riproposizione di un meccanismo da tardo impero gratificante, forse, per i filantropi, ma alquanto penoso per chi è costretto a genuflettersi al loro cospetto.
Le situazioni, tutte, ad una ad una, sono già presenti nei vostri fascicoli e nei vostri computer. Analizzarle e dare opportune e tempestive risposte ai bisogni di ognuno è, da parte vostra, non già un generoso omaggio, ma un preciso dovere.
Per organizzare il complesso dell’intervento di sostegno nelle scuole statali lombarde avete predisposto a fine luglio un organico che presentava evidenti e gravi lacune. Di tanto il nostro gruppo, nel suo piccolo, ha già provato a suo tempo a discutere con il Vostro Ufficio.
In particolare, il 7 agosto, abbiamo inviato all’USR Lombardia una nota nella sottolineavamo che, sulla base della Vostra delibera, “in media ogni allievo milanese con disabilità avrà diritto a meno di sette ore (6,7) di sostegno a settimana, poco più di un’ora per ogni giorno di scuola…” e ancora che “In presenza di problematiche gravi la situazione rischia di precipitare. Di contro, casi considerati più lievi rischiano di essere abbandonati a se stessi, per far fronte alle situazioni più critiche”. Ci permettevamo ancora di notare che, applicando la legislazione vigente e gli stessi parametri previsti dalla manovra economica del ministro Tremonti (una media di un insegnante di sostegno per ogni due alunni con disabilità), avreste dovuto prevedere in Lombardia 3613 docenti di sostegno in più.
Ciò che chiediamo, quindi, lo trovate già espresso nelle conclusioni di quella comunicazione:  “Il gruppo sostegnoNOtagli, composto da genitori, docenti ed educatori, si augura che l’USR Lombardia voglia rimediare alla situazione, integrando opportunamente gli organici, prima dell’inizio dell’anno scolastico. Vigileremo inoltre affinché non si provi ad alimentare una “guerra tra poveri”, garantendo i diritti di chi ha fatto o saprà far valere le proprie giuste ragioni, ma soltanto trasferendo su questi le già esigue risorse destinate ad altri”.
A fine settembre, poi, abbiamo di nuovo chiesto un incontro, consegnando nelle mani del dottor Colosio un appello che era anche una formale richiesta di incontro. In detto appello ci paiono chiaramente espressi i temi che intendevamo affrontare, laddove scriviamo che “Al fine di conoscere quale prospettiva l’amministrazione scolastica intende offrire ai bambini e ragazzi con disabilità, genitori, docenti ed educatori chiedono un incontro urgente con la dirigenza dell’USR Lombardia in merito al rispetto di quanto sancito dalla Costituzione dello Stato Italiano alla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità”.
Vista la vostra insistenza sui singoli casi, poi, vi abbiamo fatto sapere che non escludevamo la presenza di genitori che vivono con particolare disagio l’emergenza di questo anno, ma, in quanto gruppo che raccoglie oltre 160 tra genitori e docenti,  non siamo mai venuti meno al proposito di parlare della tematica "sostegno" in Lombardia nel suo complesso e di rispetto dei diritti.
Conosciamo le obiezioni che ci vengono mosse ogni qualvolta proviamo a parlarne. Sappiamo che c’è la crisi e che i nostri figli e/o i nostri alunni sono un costo. Anche i Vostri stipendi lo sono, ma non per questo Vi chiediamo di privarvene. I diritti, in genere, hanno dei costi, ma pensare di mutilarli per risolvere il deficit nazionale costituisce un grosso passo indietro sul cammino di una civiltà.
Sappiamo pure che diversi, anche dal Vostro ufficio, hanno lasciato intendere in modo più o meno esplicito che la situazione sia divenuta insostenibile non già per una consolidata abitudine, da parte della pubblica amministrazione, di ignorare le motivate e documentate richieste di Scuole e ASL, ma perché ci sarebbe chi abusa del “privilegio” di ottenere una certificazione di disabilità. Anche di questo ci avrebbe fatto piacere parlare di persona. Se ciò non sarà possibile, bene, ne prenderemo atto, così come abbiamo preso atto del fatto che ritenete le nostre istanze così tanto importanti da aver pensato di affrontare il 2 novembre la soluzione di problemi che nemmeno sarebbero dovuti sorgere il 12 settembre. Troveremo sedi e momenti più opportuni per poter tornare su questi argomenti.
ciò detto,
per il rispetto che dobbiamo a quei genitori interessati a partecipare all’incontro per parlare del problema dei propri figli e a quei docenti che ritengono i propri alunni penalizzati dai tagli,Vi chiediamo di comunicarci se l'incontro previsto per il 2 novembre, negato di fatto al nostro gruppo, potrà tenersi con loro a titolo strettamente personale.
Distinti saluti
I genitori, gli educatori e i docenti del gruppo SostegnoNoTagli – Milano sostegnonotagli@yahoo.it



Pubblicato Giovedi 03 Novembre 2011 - 22:16 (letto 2703 volte)
Comment Commenti (2) Print Stampa

avatarDa: Mackenzie Data: Lunedi 21 Novembre 2011 - 02:36

the tail of 2008, along with the Chinese fashion in complete swing and blue and white porcelain can also be floating fragrance rotes ballkleid . All of a sudden the scene that in Maison Martin Margiela's twentieth anniversary display, styles had been wrapped from head to toe with skin colour restricted brautmode brautkleider , the onlywrapped in black bandage. This peculiar compared to repeated detachment in the Gothic design, or as historic mummies, standesamt brautkleider or from outer area. Then the Russian supermodel Natalia Vodianova Balenciaga led the Royal Regiment of historic Egypt. Underneath a golden scean, Natalia Vodianova wore the red meat meal cocoon gown, the higher physique absolutely wrapped restricted as radial cloth, although not dressed in gold or silver, also like sunshine. Identified because the "

avatarDa: Mackenzie Data: Lunedi 05 Dicembre 2011 - 09:32

their attire. You happen to be bound to obtain fed up of viewing precise similar attire more than and more than once more.But buying on line provides you benefits of countless quite attire for prom from all more than the globe. christian shop You might locate limitlessly new styles and types. How amazing is the fact that! You are particular to stumble on your gown and adore it! Daring photos on attire is in addition a preferred selection. 1 in the most popular fads may be the increase of prints for prom attire. Irrespective of no matter regardless of whether you decide on floral or picture or someplace in in between, a prom gown that consists of a print is assured to assist you receive numerous consideration red sole shoes . Faviana Type: 6610 is genuinely a advanced printed night gown. It tory burch flats



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read Petizione sul calendario scolastico Regionale- Emilia Romagna (22/10/2017 - 17:53) letto 1696 volte
Read Lettera della Commissione Audit sul debito del Comune di Parma (26/05/2017 - 02:50) letto 2006 volte
Read Un paio di riflessioni...da lontano (11/04/2017 - 02:42) letto 2183 volte
Read Un saluto.... (29/01/2017 - 10:54) letto 2020 volte
Read Buon Natale "Zen" (24/12/2016 - 17:03) letto 2374 volte
Read PerchŔ non ho pi¨ voglia di ascoltare le sue ragioni...sen. Pagliari (24/10/2016 - 20:46) letto 2048 volte
Read La scuola dice NO- appello da firmare (19/10/2016 - 19:57) letto 2914 volte
Read Sen. Pagliari, vuole venire anche nelle nostre scuole all'inaugurazione del primo giorno di scuola? (13/09/2016 - 17:36) letto 2109 volte
Read Consegnate 515.000 firme per quesito- Referendum Scuola (09/07/2016 - 12:52) letto 2044 volte
Read Il difficile trasloco della Scuola Corazza e le scelte...opinabili! (09/07/2016 - 12:39) letto 2368 volte
Read 27 maggio-iniziativa con Paolo Maddalena e altre iniziative comitati referendari Parma + news (21/05/2016 - 17:08) letto 2802 volte
Read 4-5 maggio- anche alla Scuola Corazza si protesta contro INVALSI e L.107 (06/05/2016 - 03:58) letto 2494 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
Ultimissime.png
 
Calendario
Data: 26/03/2023
Ora: 21:25
« Marzo 2023 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31
 
Login





Choose your language:
deutsch english espa˝ol franšais italiano portuguŕs
 
Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 2 ospiti
 
Sondaggio
Nessun sondaggio attivo in questo momento:
vecchi sondaggi
 
Scegli il tema
flatcry_ori flatcryscuola headlinesblue 
Per informazioni clicca qui: E-Mail
Freely inspired to Mollio template