flat nuke

richiesta Consiglio straordinario Comune di Parma- no inceneritore

Ultimissime.pngRaccolta firme per chiedere Consiglio Comunale straordinario e avvio procedura per Referendum




www.gestionecorrettarifiuti.it/appello/form.htm

 e la posizione del PD sul problema-rifiuti


COLLEGATEVI AL LINK E
FIRMATE per tornare a chiedere la seduta consiliare, prima concessa e
annullata in modo furbesco alla sera del giorno prima per motivi di "non
rappresentanza delle parti favorevoli".....quando la Provincia è in
"silenzio stampa"ed Enia\Iren è stata invitata e ha deciso di non
partecipare!
VI chiedo di firmare e fare firmare per costringere i ns. amministratori ad
ascoltare medici e scenziati che all'estero farebbero la fila ad ascoltare,
così da fare scelte avanzate e di grande respiro.....in tutti i sensi!

Vi ringrazio cordialmente
davide davolio

http://lnx.inostriborghi.it/appello/form

http://www.youtube.com/watch?v=giZ51GhBgx8

http://www.youtube.com/watch?v=srWunym-vzk

Il partito dell'inceneritore

 

In un mondo di incertezze, percorsi a zig zag e inversioni a u, fa piacere oggi avere una presa di posizione finalmente chiara sull'inceneritore di Parma.

Sappiamo, finalmente, oggi, qual'è il partito dell'inceneritore.

Si chiama partito democratico, Roberto Garbi apparentemente lo guida a livello provinciale, Vincenzo Bernazzoli ne è il vero padrone.

Oggi finalmente possiamo fissare definitivamente la bandierina del Pd tra coloro che sostengono, ribadiscono, incensano come necessario, il forno di Ugozzolo.

Bravi democratici ad uscire dal pantano e dire a tutti noi che non avete timore alcuno di un oncologo di fama internazionale come Dominique Belpomme, che proprio in questa città, pochi mesi orsono, affermò “Costruire un inceneritore a ridosso di una città è uno scandalo sanitario”.

Ma tant'è sono i politici a doversi prendere la responsabilità delle scelte.

Oggi sappiamo che è il Pd, Bernazzoli in testa, a volere il forno, sappiamo, dalle parole del comunicato, che la responsabilità di tale scelta la assume il partito di Bersani, rinnovando e confermando il piano sciagurato del 2005 che prevedeva un inceneritore per i nostri concittadini.

Sappiamo che l'interesse per l'impianto va oltre la gestione dei rifiuti, ma si rileva un business per una società ormai slegata dal nostro territorio, ma che con il connubio con Torino e Genova, quali partiti governano quelle città?, supera la nostra capacità di comprensione.

Noi conosciamo la storia dei disastri che altri inceneritori, anche di ultima generazione, stanno causando in altri territori.

Noi conosciamo le curiose idee di dove nascondere le ceneri dell'inceneritore nascente: nei mattoni delle nostre case, nelle discariche di chissàdove, anche se non troviamo menzione nel progetto di Iren della destinazione finale di questo mucchietto cospicuo di 40 mila tonnellate di materia bruciacchiata e insalubre, e tossico nociva.

Noi conosciamo l'alternativa e sappiamo che è possibile già da oggi giungere all'80% di raccolta differenziata, percentuale che cancellerebbe l'inceneritore per mancanza di materiali da bruciare.

Noi conosciamo lo stato di salute del nostro territorio, gli sforamenti dei livelli di Pm 10, e sappiamo che ogni anno l'inceneritore ne aggiungerà oltre 3 tonnellate.

Conosciamo l'insensatezza, nel 2011, di parlare ancora di bruciare materia nobile come carta, plastica, e l'assurdità di bruciare fango.

Non sappiamo invece quale sia il motivo di scartare il riciclaggio a freddo delle plastiche. Anche nell'ottica di voler proseguire con l'impianto di incenerimento, come mai parallelamente non si prevede di privilegiare tecniche e pratiche di recupero già in funzione altrove, per ridurre al minimo il materiale da incenerire? Forse perché mancherebbe combustibile al forno?

Sappiamo che le diossine non verranno misurate in continuo e quindi le emissioni sfuggiranno ai controlli, anche perché questi impianto producono una emissione talmente minuscola da passare attraverso tutti i filtri di questo mondo.

Oggi finalmente, dopo tanto chiacchierare, il Pd sceglie da che parte stare.

Quella del passato, mentre altri Paesi stanno chiudendo per sempre la porta agli inceneritori.
Noi stiamo invece dalla parte dei cittadini, della nostra terra, dal futuro dei nostri figli.

E non ci arrendiamo, perché sappiamo cosa ci aspetta.

Sentiamo continuamente gente a cui viene detto che l'inceneritore farà pulizia, fugando il rischio Napoli. Sappiano che la discarica verrà trasferita in cielo, ancora più pericolosa perché non la si vede, ma la si respira.

Cerchino tutti i parmigiani di informarsi per davvero su che cosa è un inceneritore e su che cosa fa.

Inizia da questa presa di coscienza l'affrontare il tema dei rifiuti con cognizione di causa.

 

Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR

 

Parma, 4 febbraio 2011

-457 giorni all'avvio dell'inceneritore di Parma, ORA lo possiamo fermare.

+249 giorni dalla richiesta a Iren del Piano Economico Finanziario del Pai, forse perché l'inceneritore costa 315 milioni di euro?

Invio in allegato il testo integrale del documento approvato dalla Direzione provinciale del Partito Democratico di Parma in merito al problema della gestione rifiuti, tema da diverso tempo oggetto di varie iniziative da parte di un Comitato di cittadini contrari in particolare all’impianto termovalorizzatore per lo smaltimento della quota residua indifferenziata dei rifiuti urbani, dei rifiuti industriali, ospedalieri e dei fanghi dei depuratori.

Il tema è delicato e complesso.

 Credo importante che il PD assuma e comunichi in modo chiaro la propria posizione, mentre assistiamo da parte di altre forze politiche e dell’Amministrazione di Parma a contorsioni politiche per cercare di acquisire consenso elettorale, facendo finta di rimettere in discussione scelte delle quali sono responsabili, senza dire ai cittadini la situazione reale del problema.

Come sosteniamo nel documento bisogna invece dire con chiarezza come stanno le cose e dare ragione delle scelte compiute, oltre a ribadire la consapevolezza che per il futuro occorrere cambiare il modo di progettare e produrre le cose (prodotti) per consumare meno materia prima, usare meno imballaggi e ridurre, idealmente a zero, i rifiuti, oltre che estendere e migliorare qualitativamente la raccolta differenziata.

 ggi però come amministratori dobbiamo la migliore risposta, concreta e sostenibile, alla necessità di smaltimento delle suddette tipologie di  rifiuti, ponendo fine alla costosa ed irresponsabile consuetudine di portare a casa d’altri i nostri rifiuti, scaricando “farisaicamente”  su di loro le conseguenze dello smaltimento.

 La scelta dell’impianto di termovalorizzazione allineato con le più avanzate tecnologie è l’UNICA OGGI praticabile. La soluzione proposta dal Comitato (che oggi in realtà non citano poi più tanto!) NON ESISTE, cioè non è industrialmente sostenibile per smaltire la quantità di rifiuti, del tipo suddetto, prodotta in provincia. Queste affermazioni derivano dalla diretta presa di visione dell’impianto da loro citato e dalle varie verifiche fatte nell’ambito delle istituzioni del territorio di sua pertinenza.

 Gli impianti di incenerimento non sono certamente neutri, esiste il problema delle emissioni e delle possibili ricadute sull’ambiente e sulla salute.

L’esperienza consolidata degli altri impianti analoghi in Regione rassicura che la tecnologia è in grado di garantire che tali emissioni siano ampiamente al disotto dei limiti di soglia di centinaia e, talvolta, migliaia di volte. Il modo migliore per rendersi conto di ciò è accedere al sito facente parte del progetto MONITER dell’ARPA regionale (http://www.arpa.emr.it/moniter/ ) che mette a disposizione i DATI (e non delle semplici dichiarazioni o suggestioni) di un costante monitoraggio attivo dal 2007 su tali impianti.

 Come Consigliere provinciale e quindi come amministratore pubblico ritengo che le scelte fatte con estrema accuratezza, coinvolgendo per tempo tutte le istituzioni e le realtà, anche associative, interessate, dopo attenta verifica delle reali alternative esistenti, ricercando l’interesse generale e reale della nostra comunità locale, debbano essere spiegate e mantenute, anche se, a causa di iniziative demagogiche e speculanti sulla giusta preoccupazione della gente per la propria salute e per quella dei propri figli, sono scelte impopolari.

Scusandomi per questo piccolo “sproloquio” (ma la delicatezza del tema me lo ha imposto!), resto a disposizione per chiarimenti o approfondimenti.

 Cordiali saluti.

 Pietro Baga

Pubblicato Sabato 05 Febbraio 2011 - 20:07 (letto 3439 volte)
Comment Commenti (8) Print Stampa

avatarDa: Megan Data: Mercoledi 11 Aprile 2012 - 13:47

discount evening dresses discount evening dresses Seth strapless wedding gowns strapless wedding gowns

avatarDa: Megan Data: Giovedi 14 Giugno 2012 - 16:12

watches replica watches replica, Adrian, fake breitling watches fake breitling watches

avatarDa: Megan Data: Mercoledi 20 Giugno 2012 - 17:37

cheap fake watches cheap fake watches, cook, fake breitling watches fake breitling watches

avatarDa: Samantha Data: Sabato 30 Giugno 2012 - 03:05

or steel, but also offer three different dial colors that represent different moods we give to the moon 8211; or at least the views we see of it a line wedding dresses with straps . . There is always the gray-silver moon we see, but there is also the white barren moon, and the dark light-less moon. Each of these,moods,is represented in one of these colors. If you don,t buy that,mood, 2012 tea length wedding dress . langauge Wedding Dresses With Sleeves . , then this is a way of having a few different color options 8211; fair enough.The actual moon surface on this watch is refined a bit (over the original Moon Dust DNA line) 8211; made too look a bit more,dry,and somber. With cracked surfaces and more realistic shading. There are no browns really on the moon as was a major color of the original watches (still less than a year old). Much of the inside of the watch and the case is the same

avatarDa: samanth8a Data: Giovedi 18 Ottobre 2012 - 04:44

designer wedding gowns designer wedding gowns Wesley long prom dresses long prom dresses

avatarDa: samanth8a Data: Martedi 23 Ottobre 2012 - 05:24

replica swiss watches replica swiss watches Fredric replica breguet watches replica breguet watches

avatarDa: samanth8a Data: Venerdi 14 Dicembre 2012 - 07:07

cosplay costume cosplay costume

avatarDa: Megan Data: Venerdi 18 Gennaio 2013 - 09:54

brautkleider verleih brautkleider verleih, eddy, [img]http://www.birthdress.net/images/thumbnails/dress-1/MX6916.jpg[/img]



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read Petizione sul calendario scolastico Regionale- Emilia Romagna (22/10/2017 - 17:53) letto 1973 volte
Read Lettera della Commissione Audit sul debito del Comune di Parma (26/05/2017 - 02:50) letto 2298 volte
Read Un paio di riflessioni...da lontano (11/04/2017 - 02:42) letto 2428 volte
Read Un saluto.... (29/01/2017 - 10:54) letto 2279 volte
Read Buon Natale "Zen" (24/12/2016 - 17:03) letto 2692 volte
Read Perchè non ho più voglia di ascoltare le sue ragioni...sen. Pagliari (24/10/2016 - 20:46) letto 2361 volte
Read La scuola dice NO- appello da firmare (19/10/2016 - 19:57) letto 3473 volte
Read Sen. Pagliari, vuole venire anche nelle nostre scuole all'inaugurazione del primo giorno di scuola? (13/09/2016 - 17:36) letto 2579 volte
Read Consegnate 515.000 firme per quesito- Referendum Scuola (09/07/2016 - 12:52) letto 2316 volte
Read Il difficile trasloco della Scuola Corazza e le scelte...opinabili! (09/07/2016 - 12:39) letto 2694 volte
Read 27 maggio-iniziativa con Paolo Maddalena e altre iniziative comitati referendari Parma + news (21/05/2016 - 17:08) letto 3261 volte
Read 4-5 maggio- anche alla Scuola Corazza si protesta contro INVALSI e L.107 (06/05/2016 - 03:58) letto 2730 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
Ultimissime.png
 
Calendario
Data: 18/06/2024
Ora: 08:08
« Giugno 2024 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
Login





Choose your language:
deutsch english español français italiano português
 
Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 3 ospiti
 
Sondaggio
Nessun sondaggio attivo in questo momento:
vecchi sondaggi
 
Scegli il tema
flatcry_ori flatcryscuola headlinesblue 
Per informazioni clicca qui: E-Mail
Freely inspired to Mollio template